Pubalgia e problematiche d’anca: Valutazione e trattamento

Durata del corso
16 Ore
Partecipanti
1° Ed. max 22
Crediti ECM
17,5
Programma
Scarica il programma

Scegli la sede

Risparmia e scopri la Certificazione in Lower Limb Specialist

La Certificazione in Lower Limo Specialist è strutturata affinché il partecipante riesca ad acquisire tutte le competenze teoriche e soprattutto pratiche per la valutazione e per la gestione riabilitativa dei pazienti con problematiche a degli arti inferiori. 

Scarica il programma

Per informazioni su sconti di gruppo e pacchetti, scarica il programma!

Presentazione corso

Il groin pain (pubalgia) è un problema muscolo-scheletrico presente principalmente nella popolazione sportiva che pratica attività multi-direzionali, sprint e cambi di direzione; è considerato una delle maggiori cause di infortunio tra atleti professionisti e non. La regione inguinale/anca/bacino (groin area) è un complesso di strutture intrinsecamente correlate sia da un punto di vista anatomico che biomeccanico. Oltre ad avere un’enorme complessità anatomica è una regione chiave nella trasmissione delle forze di carico tra arto inferiore e tronco durante l’esecuzione di task multi-direzionali e compiti motori ad alta intensità (sport specifici).

Negli ultimi anni la letteratura scientifica ha dato maggior identità ai problemi relativi alla groin area migliorando le conoscenze anatomiche, l’inquadramento clinico e le strategie di management conservativo. Ad oggi però le strategie terapeutiche messe in atto nella gestione del groin pain sono ancora fortemente discutibili, mettendo in luce un’elevata percentuale di insuccesso e quindi facilitando altre scelte di intervento non conservativo (come ad esempio la chirurgia).

Gli studi presenti in letteratura scientifica sull’efficacia di trattamento potrebbero mettere in luce una gestione troppo selettiva e poco multi-dimensionale. L’obiettivo del corso sarà di fornire ai partecipanti gli strumenti clinico-terapeutici più adeguati basati sulla letteratura e contestualizzarli in uno scenario riabilitativo multi-dimensionale, analizzando nel dettaglio variabili anatomiche, meccaniche, cliniche, relative alle scienze del dolore, relative al dosaggio e alla posologia dell’esercizio terapeutico. Generare un processo riabilitativo multi-fattoriale può facilitare il raggiungimento degli obiettivi finali.

Obiettivi e contenuti

  • Comprendere in maniera dettagliata ed approfondita le strutture e le relazioni anatomiche/funzionali relative alla groin area.
  • Comprendere la funzione ed il ruolo delle strutture della groin area in compiti motori complessi e multi-direzionali (calcio, sprint, cambio di direzione).
  • Comprendere i meccanismi nocirecettivi relativi alle strutture della groin area, meccanismi di elaborazione del dolore secondo un modello bio-psico-sociale.
  • Comprendere il ruolo dell’imaging nel groin pain.
  • Comprendere il ruolo dell’esercizio terapeutico e della terapia manuale nel groin pain.
  • Riconoscere quali fattori di rischio e quali strumenti di monitoring potrebbero essere utilizzati per un corretto screening.
  • Utilizzare una terminologia internazionalmente accettata (Doha Consensus).
  • Saper riconoscere le red flags e raffinare l’inquadramento clinico (assessment clinico e soggettivo –fratture da stress, displasia congenita d’anca, sindrome RED’s).
  • Comprendere il clinical assessment e l’importanza della diagnosi differenziale relativa alla groin area (Doha Consensus):
  • adductor related groin pain — assessment clinico regione adduttoria;
  • ileo-psoas related groin pain — assessment clinico ileo-psoas;
  • inguinal related groin pain — assessment clinico distretto inguinale;
  • pubic related groin pain — assessment clinico distretto pubico;
  • hip related groin pain — assessment clinico distretto anca;
  • altro — riconoscere altre problematiche che potrebbero ricondurre a groin pain.
  • Riconoscere quali strategie terapeutiche sono più efficaci nella gestione conservativa del groin pain secondo la classificazione di Doha.
  • Saper costruire un planning riabilitativo mediante strategie di clinical assessment, programmazione basata su criteri progressivi, monitoraggio e raggiungimento obiettivi finali (RTS/RTP)
  • Riconoscere i criteri per il return to sport o return to play.
  • Comprendere l’efficacia o meno di programmi preventivi nel groin pain.

Programma

    • 8:30 Registrazione Partecipanti
    • 9:00 Abstract corso, terminologia, anatomia e analisi biomeccanica sport-specifica, fattori di rischio (parte teorica)
    • 9:30 Epidemiologia, letteratura a confronto: panorama scientifico nella pubalgia/groin pain (GP) (parte teorica)
    • 10:00 Meccanismi nocirecettivi, elaborazione del dolore, fattori contribuenti nel groin pain, ruolo dell’imaging (parte teorica)
    • 11:00 Coffee Break
    • 11:15 Diagnosi differenziale nella pubalgia/groin pain (red flags, altre cause muscoloscheletriche) (parte teorica)
    • 12:00 Femoral acetabular impingement syndrome (FAIs): quali legami con il groin pain? (parte teorica)
    • 12:30 Pausa Pranzo
    • 13:45 Hip related groin pain: Valutazione clinica e gestione conservativa (parte teorica)
    • 14:45 Valutazione rachide lombare, articolazione sacro-iliaca, FAIs /hip related GP (parte pratica)
    • 15:30 Terapia manuale ed esercizio terapeutico Femoral acetabular impingement syndrome e hip related groin pain (parte pratica)
    • 16:15 Pausa
    • 16:30 Valutazione clinica groin pain (adductor related GP, ileo-psoas related GP, inguinal related GP, pubic related GP) (parte teorica)
    • 17:30Test valutazione groin pain (adductor related GP, ileo-psoas related GP, inguinal related GP, pubic related GP) (parte pratica)
    • 18:30 Question & Answer, Fine lavori 1° giorno
    • 8:30 Registrazione Partecipanti
    • 9:00 Ruolo dell’esercizio terapeutico nel groin pain (problema tendineo, problema osseo, legamentoso?); concetti di load management, load capacity, irritability e severity (parte teorica)
    • 10:00 Gestione conservativa (adductor related GP, pubic related GP, ileo-psoas related GP); dalla clinica al return to play; casi clinici e progressione di trattamento basata sull’esercizio terapeutico (parte teorica)
    • 11:00 Coffee Break
    • 11:15 Progressione riabilitativa adductor related groin pain (parte pratica)
    • 12:15 Progressione riabilitativa ileo-psoas related GP (parte pratica)
    • 13:15 Pausa pranzo
    • 14:15 Gestione conservativa di una lesione muscolare relativa alla regione adduttoria; clinica, programmazione e pianificazione a breve, medio e lungo termine; criteri return to play (parte teorica)
    • 15:15 Progressione riabilitativa lesione muscolare adduttori (parte pratica)
    • 16:00 Pausa
    • 16:15 L’efficacia dell’intervento preventivo nel groin pain: letteratura a confronto e analisi critica (parte teorica)Prevenzione Lesione ACL: è possibile farlo?
    • 17:30 Il ruolo delle terapie passive ( farmaci, terapia fisica, terapia manuale, dry needling, chirurgia, cortisone…) (parte teorica)Test ECM
    • 18:00Conclusione dei lavori; Question & Answer
    • 18:30 Test ECM

Docente

Nicholas Miraglia

Laureato in Fisioterapia nel 2016, libero professionista presso il proprio studio.Fisioterapista personale di atleti professionisti, docente universitario e autore in collaborazione con Fisioscience. Scopri i… Approfondisci

Luca Turone

Luca Turone

Fisioterapista, OMPT (Orthopaedic Manipulative Physical Therapist). Libero professionista, docente responsabile per il distretto Caviglia-piede presso il master in Fisioterapia muscoloscheletrica e reumatologica dell’università degli Studi… Approfondisci

Iscriviti al corso

599,00 IVA inclusa