LEFS: Low Extremity Functional Scale

Il Low Extremity Functional Scale (LEFS) è un questionario che si propone di valutare le disfunzioni in soggetti con disturbi…

LEFS
5/5 - (2 votes)

Il Low Extremity Functional Scale (LEFS) è un questionario di tipo ‘‘patient reported’’ (PROM) che ha lo scopo di valutare le disfunzioni in soggetti con disturbi muscoloschelettrici agli arti inferiori di diversa natura. [1]

Sviluppato nel 1999 da Binkley et al., il LEFS permette di valutare le disfunzioni agli arti inferiori in un ampio spettro di condizioni patologiche, indagando il grado di difficoltà nell’esecuzione di diverse attività fisiche, inoltre permette di misurare “la funzione iniziale dei pazienti, i progressi in corso e i risultati” per una vasta gamma di condizioni fra cui artrite, osteoartrite, dolori articolari, fratture, dolore cronico e ictus. [1,2]

Descrizione della Scala

Il Low Extremity Functional Scale (LEFS) è costituito da 20 domande sulla capacità di svolgere alcune attività fisiche della vita quotidiana.

I pazienti devono rispondere alla domanda “Oggi, hai o avresti qualche difficoltà in attività come ….. ‘‘ selezionando una risposta dalla seguente scala per ogni attività elencata:

  • Estrema difficoltà o incapacità di eseguire l’attività
  • Alta difficoltà
  • Moderata difficoltà
  • Bassa difficoltà
  • Nessuna difficoltà

Ad ognuna di queste risposte viene dato un punteggio variabile secondo una scala Likert a 5 variabile da 0 a 4, dove 0 corrisponde alla risposta ‘‘estrema difficoltà’’ e 4 a ‘‘nessuna difficoltà’’. [1,2]


Valori psicometrici

La versione italiana del LEFS ha mostrato un alto grado di coerenza interna con un alfa di Cronbach di 0,94 (intervallo di confidenza 95% [CI]: 0,91, 0,96). L’affidabilità test-retest era elevata sia per le misure intra-intervistatore che tra-intervistatore con un ICC((2,1 e 2,k)) di 0,91 (IC 95%: 0,86, 0,93) e 0,89 (IC 95%: 0,83 , 0,91), rispettivamente. [2]

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI

Il calcolo del punteggio totale della scala viene effettuato sommando il punteggio ottenuto ad ogni item.

Il risultato può così variare da un minimo di 0 a un massimo di 80 punti, dove 0 corrisponde alla massima difficoltà possibile mentre 80 a nessuna difficoltà.

MDC: la minima modifica rilevabile è di 9 punti per Varie lesioni agli arti inferiori [1], Ricostruzione LCA [3], artroprotesi di ginocchio e anca [4].

MCID: la minima differenza clinicamente importante è di 9 punti per ricostruzione LCA [3], varie lesioni degli arti inferiori [1], artroprotesi anca e ginocchio [4].


Bibliografia