Scala VRS: Verbal Rating Scale

Indice dell’articolo: Valori psicometriciInterpretazione dei risultati La Verbal Rating Scale (VRS) è una scala del dolore come la scala NPRS,…

scala vrs

La Verbal Rating Scale (VRS) è una scala del dolore come la scala NPRS, composta da una lista di descrittori che identificano il grado di intensità del dolore. Generalmente, la scala va da “nessun dolore” a “dolore grave” o “dolore molto intenso”, passando per una serie di aggettivi intermedi, che dovrebbero cogliere in maniera graduale le sfumature d’intensità dell’esperienza dolorosa, come ad esempio “lieve”, “moderato”, “grave” (1).

Valori psicometrici

Accettabilità= I limiti della scala risiedono nel fatto che il paziente è costretto a scegliere tra aggettivi predeterminati che non sempre corrispondono al grado di dolore avvertito (2). In aggiunta a ciò, è necessario che i pazienti leggano e siano consapevoli del significato di ogni aggettivo, pertanto la scala potrebbe non essere adeguata a persone con un basso grado di scolarizzazione o con una bassa capacità di astrazione (3).

Validità= Le variazioni dei punteggi della scala NPRS non risultano matematicamente equivalenti ai descrittori della scala VRS, per questo il livello di interscambiabilità tra le scale viene considerato basso. Rispetto a VAS e NPRS, che tra loro hanno un’ottima concordanza, la scala VRS ha meno forza nell’identificare i cambiamenti d’intensità del dolore (4). 

Interpretazione dei risultati

I diversi termini usati per descrivere il dolore possono essere interpretati in modo diverso dalle persone intervistate. Pertanto, l’interpretazione di una VRS non consente sempre di trarre conclusioni sull’entità di un cambiamento nell’intensità tra due valutazioni.

In aggiunta a ciò, gli intervalli tra i diversi aggettivi che descrivono il dolore non sono uguali tra loro. Questo rende i dati di valutazione dei dati di tipo ordinale (2).

Scarica la VRS

Scarica la VRS in italiano.